Come scegliere una agenzia SEO seria a Milano?

Un’agenzia SEO, per quanto riguarda Milano, deve essere scelta prendendo in considerazione una vasta serie di criteri che permettono, a quella persona, di poter identificare, in maniera rapida e veloce, il tipo di agenzia che risponde, in maniera perfetta, alle proprie richieste.
Ecco i diversi criteri per ottenere il massimo risultato grazie al web.

L’agenzia SEO e lo studio dei contenuti

L’agenzia SEO a Milano deve essere specializzata nella realizzazione di contenuti SEO che riescono ad essere notati, in maniera rapida, dal web stesso.
Tale tipologia di funzione risulta essere molto importante, in quanto essa deve offrire diversi parametri per quanto riguarda appunto tale tipologia di contenuti.
Si parla infatti di originalità e creazione di contenuti che siano in linea coi vari parametri SEO, ovvero testi scritti in maniera interessante e soprattutto corretta e altri tipi di elementi che comportano la realizzazione di una cornice che accompagna quel tipo di contenuto grazie al quale, il sito web, potrà essere preso maggiormente in considerazione dal SEO.

Lo studio delle parole chiave ed i metatag

Altra tipologia di elemento, che determina la risposta al quesito su come scegliere un’agenzia SEO seria a Milano, corrisponde alla fase dello studio delle parole chiave che andranno ad essere inseriti all’interno del testo.
Questi elementi, ovvero le keywords, rappresentano il punto focale del concetto di SEO: più esse sono adatte al tipo di argomento di cui si parla e ben posizionate nel testo, maggiore sarà la possibilità che, il suddetto, possa essere ben visto dalla funzione stessa del motore di ricerca.
Inoltre, l’utilizzo dei metatag per ogni pagine risulta essere un servizio essenziale che, ogni tipo di agenzia che opera in tale settore, deve garantire al suo cliente.
Il page rank potrà essere migliore nel momento in cui, tale tipologia di agenzia, sfrutta al massimo i suddetti parametri e risulta essere in grado di far ottenere, determinati vantaggi, al cliente stesso.
Procedendo in questo modo, poter riuscire a scegliere l’agenzia SEO seria a Milano richiederà meno tempo del previsto ed offrirà diversi tipi di vantaggi al cliente.

Un esempio pratico di agenzia SEO seria

Le persone che sono ancora alla ricerca di un’agenzia seria, che opera a Milano e nell’ambito SEO del web, potranno fare affidamento sulla competenza ed esperienza, in tale ambito, da parte dell’agenzia http://posizionamentositi.milano.it/.
Essa riuscirà infatti a garantire, al cliente, la possibilità di poter far parte della prima pagina del motore di ricerca di Google, ovvero quella posizione che viene ambita dalla maggior parte dei siti web e che permetterà, ad un titolare di un’azienda o ad un blogger, di poter avere diversi vantaggi come maggior visibilità e aumento dell’importanza all’interno del web.
Le diverse pagine potranno essere posizionate in maniera semplice se ci si affida ad un’azienda che, da anni, opera nel settore del SEO e che permette, fin da subito, di ottenere determinati risultati importanti in tempi che sono effettivamente brevi.

Come realizzare contenuti a prova di Google

Oramai si sa, Google è uno strumento tanto forte quanto complicato da utilizzare. Basti pensare al posizionamento in ricerca, gli esperti dicono che non sono ancora stati scoperti, e conseguentemente studiati, tutti gli algoritmi contenuti nel motore di ricerca. Ciò non toglie che molti sono conosciuti, molti metodi vengono utilizzati tutt’ora, e altri vengono sfruttati per poi essere modificati. Insomma, quando si parla di creare contenuti a prova di Google, si apre un mondo veramente infinito; in questa breve guida vedremo di analizzare quali siano i punti, perlomeno principali, e cercheremo di capire come è cambiato Google negli ultimi, per poterci assicurare un ottimo posizionamento.

Quali sono i punti principali da seguire?

contenuti webPrima di tutto va sicuramente segnalato che per potersi posizionare, è importante avere sempre la situazione sotto controllo, capire che cosa stiamo sbagliando, che cosa piace a nostri utenti e conseguentemente creare contenuti originali, che però seguano i trend. Negli ultimi anni sicuramente Google è cambiato, prima bastava creare contenuti che seguissero i trend e che avessero all’interno codici, anche nascosti, che reindirizzassero alle nostre pagine, ora non è più così. Google premia chi cerca di creare contenuti originali e soprattutto crea una buona fidelizzazione con gli utenti. Per fare questo bisogna monitorare sempre la situazione, con uno strumento fornitoci dallo stesso motore di ricerca, ovvero: Google Analytics. Mediante questa applicazione saremo in grado di capire quali sono le pagine del nostro sito più visualizzate, più condivise e quelle che ricevono una maggiore numero di commenti e che quindi intrattengono gli utenti. In questo modo saremmo in grado di creare contenuti che coinvolgano la nostra utenza, ricordandosi sempre che Google premia, chi crea contenuti per gli iscritti e non per le pagine.

– Successivamente è importante avere un buon mappaggio del nostro sito, per fare questo basterà iscriversi a Site Map, ed inviare a Google una situazione completa del nostro sito, in modo che possa creare una valutazione completa e conseguentemente posizionarci nel miglior modo possibile.

– Se siamo un sito che lavora con molte immagini, bisogna sempre ricordarsi che l’ancoraggio HTML delle stesse, viene considerato in seconda posizione confrontato al testo, ossia, è importante avere delle immagini sulla nostra pagina, ma non a discapito del testo, quindi quando andiamo a creare un nuovo contenuto, è sempre buona norma ricordarsi che l’immagine va sempre posta sotto il titolo e mai come copertina del nostro contenuto.

contenuti duplicati– I tag sono sicuramente un qualcosa di molto importante. Grazie a queste andremo a selezionare delle parole chiave, in modo che il nostro contenuto venga posizionato di conseguenza quando vengono ricercate queste parole. Una cosa da sottolineare, è che negli ultimi anni Google ha adottato un sistema che premia l’onestà, ovvero, creare una moltitudine di codici che non c’entrano nulla con la pagina in questione, penalizza fortemente il posizionamento, quindi è importante selezionare 5-6 parole chiave che riteniamo importanti, ripeterle all’interno della pagina almeno 3-4 volte, sempre ricordandosi che la ripetizione non deve essere forzata, e soprattutto non scegliere tanti tag per avere maggior possibilità di comparire nei risultati di ricerca, perché otterremo solamente il risultato contrario.

– I tag nascosti sono invece un’altra tipologia di tag. In realtà ve ne parlo perché nelle molte guide che potete trovare Online, vi si dice di nascondere qualche tag con il codeice HTML, /noscript, in modo che la pagina abbia all’interno altri tag che però servono esclusivamente al posizionamento. Bene, non fatelo. Questo è uno di quei metodi che qualche anno fa veniva utilizzato in modo sproporzionato, ora invece, grazie ai nuovi algoritmi di Google, viene esclusivamente penalizzato.

Conclusione: Google oggi

Ci sarebbero da elencare ancora tantissimi punti, anche se in realtà già grazie a questi punti avrete una panoramica abbastanza completa per capire la vera essenza di Google. Quando si creano contenuti, è importante ricordarsi di crearli sempre e solo per l’utenza e mai per il posizionamento, sembra stupido da dire, ma in realtà Google capisce chi cerca di “truffare” i propri utenti, e penalizza fortemente chi non punta a creare contenuti originali e a creare una buona fidelizzazione con i propri iscritti.

Link Building & Digital PR

Chi avesse intenzione di pianificare una campagna di marketing sul web per promuovere il proprio sito piuttosto che i propri prodotti, deve considerare alcuni aspetti capaci di migliorare il posizionamento delle proprie pagine fra i risultati dei motori di ricerca. Le attività che possono correre in soccorso di coloro che hanno bisogno di farsi conoscere sono molteplici e ricadono tutte nel sempre più esteso ed importante settore del web marketing.

Tecniche SEO: Link Building & Digital PR

Digital PROggigiorno, Digital PR e Link Building camminano al fianco delle più comuni strategie SEO nel posizionamento di un sito sui motori di ricerca. Vediamo perché. Innanzitutto, è necessario chiarire il significato di Digital PR: quelle che vengono così definite, altro non sono che quel ventaglio di attività che servono a promuovere un brand, i suoi servizi ed i prodotti offerti, mediante la creazione di talune relazioni digitali. Queste ultime consistono nella stesura di articoli e contenuti appositamente ottimizzati per gli algoritmi che regolano il web, inclusivi di link interni che conducono al sito dell’azienda cliente. Oltre alla produzione dei contenuti è fondamentale la massiccia condivisione degli stessi sulle pagine social gestite dall’azienda. Proprio qui, infatti, ogni servizio o prodotto che l’azienda ha intenzione di proporre al suo pubblico può essere commentato e recensito dagli utenti, nell’ottica della creazione di relazioni reciproche con i singoli individui, liberi di comunicare il proprio parere personale e di consigliare eventuali migliorie. L’obiettivo delle aziende che operano in tal senso è quello di aumentare il passaparola e l’attenzione delle persone sui propri servizi, attraverso un buon numero di pareri positivi. Le Digital PR, in tal modo, assurgono a ciò che alcuni teorici di web marketing hanno ridefinito come “marketing del passaparola”. Gli strumenti fondamentali di cui fanno largo uso le Digital PR sono, oltre ai siti, i forum, i blog, le riviste online e soprattutto, gli immancabili e preziosissimi social network. Per un maggiore coinvolgimento del proprio pubblico sono necessari alcuni accorgimenti quali: aggiornamenti continui e costanti delle proprie pagine, una produzione di contenuti qualitativamente validi ed un’efficace gestione dei servizi di vendita, post vendita ed assistenza al cliente. Il Link Building annovera una serie di strategie utili ad ottenere un’elevata visibilità mediante la creazione di link all’interno di siti esterni che puntano alle proprie pagine. Il Link Building è un parametro ritenuto fondamentale dai motori di ricerca, che tendono inevitabilmente a ritenere più autorevole un sito che viene regolarmente citato e quindi “linkato” all’interno di un buon numero di blog e siti web esterni. Naturalmente, il Link Building deve rispettare talune regole ed ogni strategia improntata su di esso non deve in alcun modo essere improvvisata, poiché si può rischiare seriamente di essere puniti dai motori di ricerca.

Fare marketing con i social network

Utilizzare i social network per fare marketing può portare il vostro business al successo e può consentire anche alle piccole imprese di raggiungere un gran numero di clienti rispetto ai canali tradizionali. Ormai quello attraverso i social media è uno dei metodi più diffusi di interazione tra aziende e clienti, quindi sapersi costruire una forte presenza sul web può portare a notevoli risultati per il marketing.

Cos’è il social media marketing?

Ma cos’è davvero il social media marketing? Si tratta di una forma di marketing online che utilizza diversi social network con il fine di raggiungere i potenziali clienti dal punto di vista della comunicazione e di conseguenza cercare di aumentare le vendite. Questa attività negli ultimi anni ha dato l’avvio a diverse nuove professionalità che sostanzialmente hanno il compito di condividere contenuti per scopi di marketing, analizzare i dati, ottimizzare la presenza sul web delle aziende e molto altro.

La strategia di social media marketing

Quando si parla di social media marketing spesso si pensa sia un’attività poco utile o che chiunque può fare: niente di più sbagliato. Stiamo pur sempre parlando di marketing e, per farlo nel modo migliore, occorrono preparazione e professionalità onde evitare che risulti essere solo un inutile spreco di tempo e energie.
Per prima cosa occorre creare un piano per la campagna di social media marketing e per farlo bisogna avere ben in mente quali sono gli obiettivi da raggiungere a partire dalla situazione attuale. Cominciate dunque col dare una risposta a qualche domanda: che cosa volete ottenere dal social media marketing? Che cosa volete dire attraverso i social? Chi sono gli utenti che volete attrarre e come farete a mettervi in contatto con loro? Cosa stanno facendo i vostri competitors sui social?

Consigli per fare marketing sui social network

marketing sui social networkStabilito il vostro piano d’azione poi ci sono delle regole di base che dovrete sempre tenere in considerazione per far sì che esso funzioni. L’elemento più importante di ogni buona strategia social sono sempre i contenuti: aggiornati, interessanti, informativi, arricchiti da video, immagini e infografiche. La coerenza è il secondo punto più importante: utilizzare i social permette a un’azienda di pubblicizzarsi attraverso molte piattaforme differenti, le quali vanno trattate in maniera diversa una dall’altra, ma il messaggio che volete promuovere deve rimanere lo stesso.
Anche se principalmente condividerete contenuti unici ed originali che riguardano la vostra attività, una buona idea è quella di linkare articoli provenienti da un altro sito, blog o profilo social. Se qualcun’altro fornisce informazioni che possono rivelarsi utili per il vostro target di pubblico, condividetele e ne trarrà beneficio la vostra affidabilità, oltre al fatto che probabilmente riceverete in cambio lo stesso favore.
“Spiare” la concorrenza è importante per capire come fare bene sui social: se stanno facendo qualcosa che funziona, allora fatelo anche voi, però meglio. I competitor possono fornirvi molte preziose informazioni, come dati che riguardano le parole chiave, articoli relativi all’attività, come catturare l’attenzione del pubblico e tanto altro ancora.
Lo strumento fondamentale per ogni strategia di marketing sui social è Google Analytics che vi fornirà tutta una serie di dati utili a determinare il successo delle vostre operazioni e, eventualmente, a corregerne il tiro. Vi aiuterà infatti a misurare il grado di apprezzamento dei vostri post e a capire come, quando e perché riuscite a raggiungere gli utenti. Un bravo social media manager non può assolutamente farne a meno.

Quali social usare?

Ogni social network è diverso dagli altri, utilizza un tipo di comunicazione adatta al suo contesto e permette di interagire in modo differente con gli utenti. Vediamo dunque quali sono le principali piattaforme social utilizzabili in una strategia di marketing.
Facebook presenta un ambiente amichevole e informale che pone molta attenzione alle componenti visive. Pertanto le pagine fan dovranno riuscire ad approfondire il rapporto con il pubblico con articoli, video e immagini, prime fra tutte quelle della copertina e del profilo, mantenendo sempre un tono amichevole e leggero.
Twitter ruota attorno ad una comunicazione agile e veloce, ricca di dialogo. Perciò aggiornatelo frequentemente, seguite profili affini al vostro, ritwittate, commentate, rispondete alle domande, in altre parole interagite il più possibile per ottenere una crescita costante del numero dei vostri follower.
Instagram si basa sulla condivisione di immagini che vi consentono di far vedere quello che gli altri social solitamente non mettono in evidenza: il dietro le quinte. Scattate immagini che mostrino come si lavora nella vostra azienda e perché questa dovrebbe essere migliore di altre.
Per quanto riguarda i contenuti video invece YouTube è il numero uno e può diventare uno strumento di marketing incredibilmente potente, per esempio per diffondere guide e consigli utili legati al vostro brand.

Cosa fa una Web Agency

Una Web Agency come la nostra offre vari servizi, di seguito ne elencheremo (e descriveremo brevemente) alcuni tra i più popolari del momento.

Creazione siti web

siti webCreare un sito web oggi non è difficile, grazie a molti CMS gratuiti e di facile utilizzo, creare un sito web professionale però che oltre ad essere bello sia veramente efficace e permetta di far crescere il vostro business non è per nulla una lavoro banale.

Creare un sito è un’attività complessa che coinvolge diverse professionali, se sono un anello della catena si rivale debole, il sito non centrerà il suo obbiettivo e potrebbe quindi rivelarsi un sostanziale flop, che v’ha fatto perdere tempo e denaro.

Ottimizzazione SEO

seoSe avete un sito è molto importante che questo sia ben posizionato sui più noti ed utilizzati motori di ricerca. Per fare in modo che il vostro sito venga trovato subito da chi effettua una ricerca su Google bisogna che sia stato ottimizzato.

La SEO è proprio questo: l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Si tratta di una disciplina complessa e in costante evoluzione, pertanto se volete un sito ottimizzato, nella struttura così come nei contenuti, è bene che vi affidiate a mani esperte, che possono dimostrare con i fatti di aver ottenuto in passato buoni risultati.

Web Marketing

web marketingIl Web Marketing prevede una notevole pluralità di interventi, si va dalle attività promozionali sui più noti social network, all’invio di email pubblicitarie, passando per campagne a pagamento sui motori di ricerca e altri siti web.

Una Web Agency che si occupa anche di Web Marketing permette di garantire al vostro sito, e di conseguenza alle vostre attività, la massima visibilità possibile, facendovi trovare nuovi clienti.

Un aspetto fondamentale, quando si parla di Web Marketing è avere in mente una precisa strategie,  e andarne periodicamente a misurarne l’efficacia, in modo che i benefici ottenuti superino sempre gli investimenti fatti.

Manutenzione e aggiornamento

manutenzioneI siti web necessitano di manutenzione continua, per restare sempre aggiornati e pienamente funzionanti. Un sito può essere attaccato dagli hacker o avere altre problematiche, che vanno prontamente affrontate, con la necessaria competenza.

Alcune tipologie di siti web necessitano poi di un aggiornamento continuo dei contenuti, che è bene affidare ad editor esperti, che conoscano le linee guida della SEO e si tengano sempre aggiornati su tutte le più rilevanti novità della rete, che è una creatura in costante evoluzione.